OKOLO SLOVENSKA – Tappa 4

Per la quarta e ultima tappa del 62° giro di Slovacchia, i corridori si sono ancora avvicinati dalla capitale Bratislava. Dalla partenza a Nitra fino al traguardo a Galanta, hanno affrontato un tracciato del tutto pianeggiante. 

Una tappa quindi riservata ai velocisti come lo ha dimostrato Fabio Jakobsen. L’olandese della Quick Step beffa Matteo Pelucchi che deve rinunciare a fare il bis dopo il successo ottenuto a Nitra. Il francese della Cofidis Christophe Laporte completa il podio. La Bardiani realizza di nuovo una bella tappa con tre corridori nella top 10: Marco Maronese finisce 5°, Michael Bresciani 7° e Mirco 10°.

Julian Alaphilippe non ha avuto problemi nell’amministrare il vantaggio in generale e si porta a casa una nuova vittoria questa stagione: porta il suo totale a otto vittorie di tappa, due classifiche generali e ovviamente una classica (Freccia vallone). Il vincitore dell’anno scorso e idolo di casa Jan Tratnik (CCC Spr

andi Polkowice) deve accontentarsi del secondo posto, a 16 secondi di Alaphilippe. Cesare Benedetti (Bora-Hansgrohe) completa il podio. 

Per quanto riguarda le altre classifiche, Martin Haring (Dukla Banska Bystrica) si aggiudica la classifica a punti, il norvegese Tobias Foss (Uno-X Norwegian Development Team) la classifica giovani e Giulio Ciccone la classifica GPM. La CCC Sprandi Polkowice è la migliore squadra di questo giro di Slovacchia, la Bardiani finisce 10° con 5’19” di ritardo. 

 

Mirco conclude il suo primo Okolo Slovenska al 71° posto, a 12’49” dal vincitore. 

Oggi ho di nuovo aiutato i miei compagni quindi il piazzamento è venuto di conseguenza perché eravamo davanti. 

Dopo aver concluso il mio primo giro di Slovacchia direi che il morale è buono. Abbiamo in tutti i modi provato a portare a casa una vittoria ma la qualità era veramente alta. Comunque con Ciccone abbiamo portato a casa un bel risultato. 

Il mio programma per la fine della stagione? Prima di andare in Cina parteciperò a qualche corsa in Italia, che sono certamente importanti e prestigiose. Per il momento sono previsti il Memorial Marco Pantani (22 settembre) e l’italiano a cronometro (30 settembre).

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *