TOUR COLOMBIA – Tappa 4

Ritorno a Medellín per i partecipanti del Tour Colombia tre giorni dopo la cronosquadre iniziale. E nella città gemellata a Milano, il percorso era molto meno facile della prima tappa. 

Sul circuito di 144 chilometri, con due GPM di quarta categoria e due traguardi volanti, sei uomini sono riusciti ad andare in fuga: Miguel Ángel Lopez (Astana), Juan Esteban Arango (Nazionale colombiana), Miguel Ángel Rubiano (Coldeportes Zenu), Byron Guamá (Nazionale ecuadoriana), Freddy Montaña (EPM) e Daniel Jaramillo (Manzana Postobón). 

E anche dopo aver chiuso la fuga il plotone è stato molto nervoso. Rigoberto Urán ha attaccato a -3 ma finalmente è stato Bob Jungels a vincere. Il lussemburghese della Quick Step è riuscito a prendere due secondi sul plotone e ha offerto una nuova vittoria di tappa alla squadra belga. L’estone Mihkel Räim (Israel Cycling Academy) finisce secondo e Julian Alaphilippe terzo. 

Jungels ruba la maglia di leader a Rigoberto Urán, che ora è terzo, dietro a Alaphilippe. 

Per quanto riguarda la Bardiani, Paolo Simion, Enrico Barbin e Mirco finiscono in un gruppo  di una sessantina di corridori a 43 secondi dal vincitore. 
Nella classifica generale, Paperino è 88° a 5’54” da Jungels. 

Sto molto meglio ma devo dire che i percorsi sono molto più impegnativi dell’anno scorso; a parte oggi, corriamo sempre oltre ai 2200 metri. E devo anche dire che il livello è alto: ci sono corridori che vanno molto bene. 

Oggi abbiamo provato a arrivare davanti per fare un risultato ma in salita fanno anni. Domani vedremo perché sarà di nuovo una tappa molto dura. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *