TIRRENO-ADRIATICO – Tappa 2

Dopo una crono sul Lido di Camaiore, i corridori della 54ª edizione della Tirreno-Adriatico hanno lasciato la provincia di Lucca per arrivare a Pomarance, in provincia di Pisa e al confine con la provincia di Siena. 

E lungo i 195 chilometri di questa tappa, hanno trovato i primi ostacoli naturali e i primi traguardi volanti. Un terreno perfetto per permettere a quelli che volevano sgranchirsi le gambe e animare la corsa di farlo. 

Un profilo perfetto per Mirco, quindi, che è stato in testa dal km 0 al km 182 con quattro altri uomini: Natnael Berhane (Cofidis), Stepan Kurianov (Gazprom), Sebastian Schönberger (Nero Sottoli) e Markel Irizar (Trek). 

Pronto a battersi per la maglia arancione, Paperino ha combattuto per vincere i due traguardi volanti al programme. Risultato, due vittorie e dieci punti importanti nella tasca. 

Ha purtroppo dovuto lasciare la maglia a Julian Alaphilippe, vincitore della tappa davanti a Greg Van Avermaet (CCC) e Alberto Bettiol (Education First). Arrivato al 5° posto nello stesso tempo di Alaphilippe, Adam Yates (Mitchelton-Scott) è il nuovo leader. 
Per la cronaca, Mirco ha tagliato il traguardo al 125° posto, a 8’47” dal vincitore. Ora è 132° nella classifica generale a 11’22” dal leader. 

Oggi sono ovviamente molto contento. Però ora bisogna continuare su questa linea se si vuole portare a casa la maglia arancione dei traguardi volanti. Spero che la mia esperienza di due anni fa mi aiuterà ma ci vorrà anche fortuna. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *