Bio

Mirco nasce il 26 ottobre 1991 a Guastalla (RE).

Intorno agli otto anni ha problemi di peso e su consiglio di una dietologa si avvicina al ciclismo. Se comincia per gioco, il ciclismo diventa rapidamente una passione.

Così nel 2010 esordisce tra i dilettanti con la G.S. Podenzano con la quale ottiene il secondo posto al Giro delle Due Province nel 2012.

Nel 2013 passa alla General Store – Bottoli, anno durante il quale ottiene qualche bel piazzamento (secondo del Piccolo Giro dell’Emilia fra l’altro).
Il 2014 è l’anno delle prime vittorie: Freccia dei Vini e Gran Premio Santa Rita. Se aggiunge due vittorie nel 2015 (Trofeo Alta Valle del Tevere e il Gran Premio Santa Rita)  alcuni grandi procuratori gli sbattono la porta in faccia e gli dicono che non ha futuro.

Ma Mirco è testardo e non si scoraggia e nel 2016 Bruno Reverberi gli offre la possibilità di diventare professionista con la Bardiani.  Un anno intenso nel quale fa subito bene con una bella fuga alla sua prima Sanremo e un’altra con Daniel Oss al suo primo Giro d’Italia.

Corridore regolare e completo, Mirco dimostra di nuovo durante la stagione 2017 di essere un passista per eccellenza. Dopo aver sfiorato la maglia rossa della classifica a punti alla Tirreno-Adriatico, è di nuovo in fuga durante la 12° tappa del Giro, che arriva a Reggio Emilia. E a ottobre vince la classifica dei gpm, rappresentata dalla maglia rossa, in Turchia.