GIRO D’ITALIA – Tappa 13

Al programma della tappa odierna, forse l’ultima un tracciato assolutamente piatto attraverso la pianura Padana e forse l’ultima opportunità di assistere a una volata di gruppo prima dell’arrivo a Roma. Le uniche difficoltà: la salita di Montello, classificata GPM di quarta categoria e la presenza di rotatorie, spartitraffico e dossi rallentatori negli attraversamenti cittadini.

180 km da percorrere tra Ferrara, erede di un importante patrimonio culturale sia medievale che rinascimentale, e Nervesa della Battaglia, che ospitò nel 1985 i campionati del mondo di ciclismo – da allora a Nervesa si corre ogni anno una corsa ciclistica dilettantistica che intraprende il percorso del mondiale.

Non sorprende che ci sia stata una fuga: Andrea Vendrame, Alessandro Tonelli, Markel Irizar, Marco Marcato e Eugert Zhupa sono riusciti a scappare dal gruppo e a rimanere in testa fino al cartello dei -6.

Poi sono stati riassorbiti ed è cominciato il lavoro delle squadre di velocisti: dopo la Bahrain la Katusha. Marco Coledan ha comunque attaccato ma l’italiano della Wilier Triestina non ha potuto lottare con il suo connazionale, Elia Viviani.

L’olimpionico nell’Omnium a Rio trionfa per la terza volta su questo Giro, la prima volta in Italia – aveva vinto le due volate israeliane. Il veronese precede Sam Bennett e Danny Van Poppel e conforta la sua maglia ciclamino.

Oggi ho provato a trovare la terza fuga in tre giorni però non ci sono riuscito. Ma è stato meglio avere una giornata di semi recupero.
Nel finale, l’obiettivo era aiutare Simion: è stato un bel trambusto. Per noi non è andata benissimo, siamo rimasti chiusi (Simion finisce 12° e Barbin 14°, ndr).

Per quanto riguarda la tappa di domani, sarà la mia prima volta dello Zoncolan. Diciamo che mi fa un certo effetto. È vero che molti affermano che è la salita più dura d’Europa: domani sera saprò dire meglio quanto lo è (ride).

Per la cronaca, Mirco taglia il traguardo al 25° posto nello stesso tempo del vincitore. Nella classifica generale è 138° a 2h06’54” dal leader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *