GIRO D’ITALIA – Tappa 7

Dopo le emozioni a San Giovanni Rotondo, con la vittoria di Fausto Masnada, la maglia rosa di Valerio Conti, la maglia bianca di Giovanni Carboni e la maglia azzurra di Giulio Ciccone, i corridori si sono ritrovati a Vasto per la partenza della settima tappa del 102° Giro.

Una tappa piuttosto tranquilla nei primi 40 chilometri, fino a Ortona, con un percorso rettilineo lungo il mare Adriatico. Poi una seconda parte un po’ più mossa con una salita di seconda categoria ai -55 dal traguardo.

Una nuova opportunità di andare in fuga e un’opportunità colta da dodici uomini tra cui Sergio Henao (UAE), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Tony Gallopin (AG2R) o Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli). Un gruppo di uomini forti controllati dal gruppo e in particolare dalla Bardiani, desiderosa di permettere a Carboni di conservare la sua maglia bianca.

E in un gruppo di battistrada sempre più ridotto, è stato lo spagnolo della Movistar José Joaquin Rojas ad attaccare ai -2 dal traguardo. Il suo connazionale Pello Bilbao è tuttavia stato più forte. Il corridore dell’Astana vince la sua prima tappa su un Grande Giro. Tony Gallopin e Davide Formolo (+0’05”) completano il podio della tappa.

Nella classifica generale, Valerio Conti conserva la sua maglia rosa, con 1’32” di vantaggio su Rojas. Carboni indossa anche lui una nuova maglia bianca con sempre 28 secondi di vantaggio su Nans Peters (AG2R). Terzo italiano al protocollo di premiazione, Giulio Ciccone con la sua maglia azzurra.
L’unico “intruso” è quindi Pascal Ackermann con la maglia ciclamino.

Mirco finisce in un gruppo di 9 corridori (96°) a 8’19” dal vincitore ed è 129° nella classifica generale, a 44’07” da Conti. 

Per la cronaca, Fernando Gaviria, vincitore di quattro tappe e della maglia ciclamino nell’edizione 100 del Giro ha dovuto abbandonare. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *