Mirco vi presenta: l’International Tour of Rhodes

Dopo l’International Rhodes Grand Prix, i corridori della Bardiani non hanno lasciato Rodi: da questo venerdì a domenica, parteciperanno all’International Tour of Rhodes. Riservata ai dilettanti tra il 1987 e il 2000, la corsa si apre ai professionisti nel 2001: quell’anno e il seguente vince Fabian Cancellara. Nel 2004 esce dal calendario e torna solo nel 2017: fa parte dell’UCI Europe Tour (2.2) ed è vinta dall’olandese Bram Schmitz. 

Al programma di quest’anno, un percorso di 504 km suddiviso in tre tappe simili: traguardo pianeggiante, due gpm e due traguardi volanti. Un percorso riservato ai velocisti? Ecco cosa ne pensa Mirco.

La prima e la terza tappa sono in teoria riservate ai velocisti. Non essendoci squadre World Tour, sarà più difficile controllare ma correremo per quello.
Io, cercherò di andare in fuga e di vincere una tappa, poi vedremo anche in base agli scalatori. Penso che qua, chi si troverà davanti avrà la possibilità di fare bene. Con solo tre giorni, sarà uno sforzo quasi massimale già dai primi giorni. 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *