Nuovo anno, nuove ambizioni? Mirco presenta la stagione 2020

Mirco ha concluso la stagione 2019 con la maglia arancione della Tirreno Adriatico, una vittoria e una maglia di leader al Tour of Xingtai e il premio dell’atleta dell’anno per la regione Emilia-Romagna.
Una serie di successi e qualche delusione come la vittoria intraveduta nella 18ª tappa del Giro che servirono senza dubbio a costruire un 2020 ancora meglio.

Cominciamo con la stagione scorsa: come la analizzi?
Mirco
: Io sono molto autocritico ma penso che sia comunque stata a stagione positiva. Diciamo che la tappa al Giro brucia ancora però sicuramente è stata la stagione forse più belle che ho fatto!

E per la stagione che sta per cominciare, hai à centrato alcuni obiettivi? 
Mirco: È difficile programmare, soprattutto per un discorso di inviti. Cercheremo di partire bene e poi vedremo.
Le classiche italiane sono sempre un sogno ma bisogna giustamente guadagnarsi la convocazione! Ogni anno è differente e non bisogna dare nulla per scontato.

Ora che sei uno fra i più sperimentati della squadra il tuo ruolo cambierà? 
Mirco: Sostanzialmente, sarò sempre alla disposizione della squadra. Poi sicuramente dipenderà anche della mia crescita!
In una squadra il ruolo di passista è un ruolo importante, soprattutto dove ci sono capitani. Il passista copre lunghe tratte e lavora anche in zone impegnative. 

Una grande novità di quest’anno è l’arrivo di un nuovo sponsor, e non uno qualsiasi. Ci sarà quindi una pressione supplementare? 
Mirco: Una pressione, no, ma sta a noi a riscattarci da una stagione nel complessivo deludente. 

C’è anche l’arrivo di nuovi compagni. In uno sport come il ciclismo, quanto è importante avere legami forti con i compagni? 
Mirco: Abbiamo fatto un ritiro pre stagione, che è andato bene per me, senza intoppo, e abbiamo avuto l’occasione di conoscerci meglio per tre giornate. Sulla bici sei solo e dipende tutto da te ma diciamo che avere dei legami forti aiuta a dare un qualcosa in più.

Domande alla rinfusa

Qual’è la corsa a cui non ha ancora partecipato e che vorresti scoprire? 
M: Sicuramente sarebbe dura ma la Roubaix.

Qual’è il corridore della Bardiani che vincerà una corsa o una tappa per primo?
M: Difficile dirlo ma visto che partiamo in Argentina insieme direi Benfatto.

Quale sarà il corridore da seguire questa stagione?
M: Direi Ciccone

Una medaglia olimpica o una maglia iridata?
M: Medaglia olimpica

Giro o Sanremo?
M: Giro

Corsa di un giorno o corsa a tappe?
M: Corsa a tappe

Leader o compagno di squadra?
M: Leader, che non è detto sia capitano

Freni a pattino o a disco? 
M: Pattino

Crono o tappa di montagna?
M: Tappa di montagna

Coppi o Bartali? 
M: Bartali

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *