TIRRENO-ADRIATICO – Tappa 2

Dopo una crono sul Lido di Camaiore, i corridori della 54ª edizione della Tirreno-Adriatico hanno lasciato la provincia di Lucca per arrivare a Pomarance, in provincia di Pisa e al confine con la provincia di Siena. 

E lungo i 195 chilometri di questa tappa, hanno trovato i primi ostacoli naturali e i primi traguardi volanti. Un terreno perfetto per permettere a quelli che volevano sgranchirsi le gambe e animare la corsa di farlo. 

Un profilo perfetto per Mirco, quindi, che è stato in testa dal km 0 al km 182 con quattro altri uomini: Natnael Berhane (Cofidis), Stepan Kurianov (Gazprom), Sebastian Schönberger (Nero Sottoli) e Markel Irizar (Trek). 

Pronto a battersi per la maglia arancione, Paperino ha combattuto per vincere i due traguardi volanti al programme. Risultato, due vittorie e dieci punti importanti nella tasca. 

Ha purtroppo dovuto lasciare la maglia a Julian Alaphilippe, vincitore della tappa davanti a Greg Van Avermaet (CCC) e Alberto Bettiol (Education First). Arrivato al 5° posto nello stesso tempo di Alaphilippe, Adam Yates (Mitchelton-Scott) è il nuovo leader. 
Per la cronaca, Mirco ha tagliato il traguardo al 125° posto, a 8’47” dal vincitore. Ora è 132° nella classifica generale a 11’22” dal leader. 

Oggi sono ovviamente molto contento. Però ora bisogna continuare su questa linea se si vuole portare a casa la maglia arancione dei traguardi volanti. Spero che la mia esperienza di due anni fa mi aiuterà ma ci vorrà anche fortuna. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *