TOUR COLOMBIA – Tappa 4

Ritorno a Medellín per i partecipanti del Tour Colombia tre giorni dopo la cronosquadre iniziale. E nella città gemellata a Milano, il percorso era molto meno facile della prima tappa. 

Sul circuito di 144 chilometri, con due GPM di quarta categoria e due traguardi volanti, sei uomini sono riusciti ad andare in fuga: Miguel Ángel Lopez (Astana), Juan Esteban Arango (Nazionale colombiana), Miguel Ángel Rubiano (Coldeportes Zenu), Byron Guamá (Nazionale ecuadoriana), Freddy Montaña (EPM) e Daniel Jaramillo (Manzana Postobón). 

E anche dopo aver chiuso la fuga il plotone è stato molto nervoso. Rigoberto Urán ha attaccato a -3 ma finalmente è stato Bob Jungels a vincere. Il lussemburghese della Quick Step è riuscito a prendere due secondi sul plotone e ha offerto una nuova vittoria di tappa alla squadra belga. L’estone Mihkel Räim (Israel Cycling Academy) finisce secondo e Julian Alaphilippe terzo. 

Jungels ruba la maglia di leader a Rigoberto Urán, che ora è terzo, dietro a Alaphilippe. 

Per quanto riguarda la Bardiani, Paolo Simion, Enrico Barbin e Mirco finiscono in un gruppo  di una sessantina di corridori a 43 secondi dal vincitore. 
Nella classifica generale, Paperino è 88° a 5’54” da Jungels. 

Sto molto meglio ma devo dire che i percorsi sono molto più impegnativi dell’anno scorso; a parte oggi, corriamo sempre oltre ai 2200 metri. E devo anche dire che il livello è alto: ci sono corridori che vanno molto bene. 

Oggi abbiamo provato a arrivare davanti per fare un risultato ma in salita fanno anni. Domani vedremo perché sarà di nuovo una tappa molto dura. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *