TOUR DE LUXEMBOURG – Tappa 2

La seconda tappa del Tour di Lussemburgo avrebbe dovuto portare da Remich, “la perla della Mosella, conosciuta per la sua produzione di vino, e Hesperange. Ma dei 160 chilometri al programma, solo gli ultimi 40 sono stati disputati.

Per un motivo semplice: dopo 18 chilometri i corridori si sono fermati per protestare contro la mancanza di sicurezza del percorso. La corsa è quindi stata neutralizzata per 100 chilometri e un nuovo via è stato dato a Syren.

Percorso a una media oraria  di poco inferiore ai 50 km/h, il circuito finale ha visto dieci uomini affrontarsi in volata per la vittoria di tappa. Il più veloce è stato Arnaud Démare; il francese della FDJ ha tagliato il traguardo davanti al belga Jasper Philipsen e il tedesco Alexander Krieger.

Diego Ulissi conserva la sua maglia di leader ma perde quella della classifica a punti, indossata da Philipsen.

In una tappa diventata molto speciale Mirco si aggiudica il 117° posto, a 1’46” dal vincitore odierno. Nella classifica è 118° a 5’22” da Ulissi.

Dopo 15 chilometri una macchina del giudice a toccato in discesa due corridori con lo specchietto e a un certo punto la macchina è entrata a contromano quindi ci siamo fermati per protesta. 

La corsa è stata neutralizzata fino al circuito finale e abbiamo fatto gli ultimi 40 chilometri a fuoco. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *