TOUR OF HAINAN – Tappa 6

La sesta tappa del Tour of Hainan, lunga 193,2 chilometri, era divisa in due parti: una prima metà pianeggiante e gli ultimi 95 chilometri molto più vallonati con quattro salite classificate gran premio della montagna e un arrivo a Wuzhishan, una città situata ai piedi del Monte Wuzhi, il cui nome significa “Montagna delle cinque dita”. 

Una tappa fatta per i corridori desiderosi di andare in fuga come il lettone Gatis Smukulis (Delko Marseille), l’israeliano Itamar Einhorn (Israel Cycling) o lo svizzero Stefan Bissegger (nazionale svizzera), tutti controllati dalla Androni  della maglia gialla Manuel Belletti. 

E in una volata tra puncheur è stato lo svizzero Gino Mäder (nazionale svizzera) a tagliare il traguardo per primo, davanti al canadese Guillaume Boivin (Israel Cycling) e l’italiano della Bardiani Lorenzo Rota. 
Di nuovo nella top ten, l’olandese Raymond Kreder (5°) indossa la maglia gialla di leader. Gino Mäder e Guillaume Boivin completano il podio con rispettivamente 7 e 11 secondi di ritardo. 

Al termine di una tappa impegnativa, Mirco finisce 38° à 1’52” dai tredici uomini di testa. Nella classifica è ora 31° a 2’07” dal leader. 

Oggi era una tappa dura. Ho provato a tenere duro ma mi si sono fermate le gambe tutte in una volta. Poi ho bevuto e mi sono ripreso; non so se è stata disidratazione ma ormai è andata.

Siamo ovviamente contenti per il risultato di Rota. Il morale è buono e martedì ci aspetta un arrivo in salita abbastanza impegnativo quindi vedremo come sono le gambe. 

C’è un po’ di stanchezza sia fisica che morale ma alla fine mancano solo tre tappe quindi teniamo duro. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *