TOUR OF SLOVENIA – Tappa 4

Nuova Gorica, controparte slovena di Gorizia, è una piccola città di circa 13.000 abitanti nella quale si trovano ben una decina di monti. Niente di sorprendente quindi per la tappa più difficile della ventiseiesima edizione del Tour of Slovenia.

Una tappa lunga 153,9 chilometri con tre salite di terza categoria e una salita di prima categoria, quella di Predmeja (9,1 km, 7,7%) da affrontare prima di arrivare al traguardo di Ajdovščina (Aidussina in italiano), città gemellata con Quiliano (SV).

Una nuova tappa propizia a una fuga, quella di Luka Mezgec (Mitchelton), Benjamin Hill (Ljubljana Gusto Santic), Matteo Montaguti (Androni Giocattoli), Florian Kierner (Team Felbermay) e Fabien Schmidt (Delko Marseille). Hill e Montaguti sono stati gli ultimi due a resistere al ritorno del gruppo.

Poi sulle pendenze di Predmeja, i favoriti si sono attaccati: Vlasov, Pogačar, Visconti e Ulissi, inseguiti da Chaves, Vendrame e Masnada, hanno battagliato per la vittoria.
Quarto nella seconda tappa e terzo nella terza tappa, Giovanni Visconti è finalmente riuscito ad aggiudicarsi una vittoria, la prima della stagione per il torinese. Il corridore della Neri Sottoli precede Diego Ulissi (UAE) e Pogačar (UAE).

Ulissi conserva la sua maglia verde di leader con 22 secondi di vantaggio su Giovanni Visconti e 25 su Vlasov.
Grazie al suo secondo posto, si prende anche la maglia rossa della classifica a punti.

Gregario esemplare, Mirco finisce 35°, a 9’54” da Visconti. Nella classifica generale è 53° con 40’08” di ritardo su Ulissi.

Oggi ero ancora meglio anche se in partenza non stavo benissimo. Ma per fortuna mi sono ripreso. Poi ho aiutato Savini (25° a 6’32”) e Rota (10° a 2’22”) a prendere l’ultima salita davanti. In fine, l’ultima salita l’ho gestita fino all’arrivo. 

Domani, l’ultima tappa è difficile da interpretare. In teoria i velocisti dovrebbero tenerla ma non è facile: c’è una salita tosta a meno 40 dall’arrivo. 

Sul fatto che potrei giocarmi una maglia distintiva in questa corsa con una condizione migliore, direi che è forse un pelo dura ma dovrei provare per vedere. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *